Prossimi Tornei

*** ALLEZ LES BLEUS!!! ALLEZ LES BLEUS!!! ALLEZ LES BLEUS!!! ***
Ci troviamo il venerdì sera dalle 21 alle 24 in "Location" a Busto Garolfo, telefonare al 347-2681083 (Fabrizio)

venerdì 27 maggio 2016

Focus on... GEOFFREY MARAIN


La sua grinta e la sua classe sono state decisive per la salvezza dei Flickers in questa stagione e costituiscono la base perchè il gruppo possa sognare in grande il prossimo anno... 




D: Geoffrey, dit Les hommes viennent et viennent jouer
(Geoffrey, raccontati come uomo e come giocatore)
R: Je suis un homme honnête compatent juste et qui aime le partage dans la vie comme jouer je respecte les adversaires et je suis très fair-play et je veux toujour évoluer et être plus fort.
(Mi ritengo una persona onesta e giusta che ama condividere le cose della vita. Come giocatore rispetto i miei avversari con grande fair-play e desidero crescere per diventare sempre più forte. .)

D: Saint-Benoît, la série C ... Une expérience forte ... Qu'est-ce qui vous laisse?
(San Benedetto, la serie C ... un'esperienza forte ... cosa ti ha Lasciato?)
R: une belle expérience ca ma permis d'évoluer dans mon jeux  davoir plus de concentration et de jouer un championnat du club en Italie, il était juste un rêve et le plus importent j ai rencontré de nouveaux amis et son coéquipier.
(Una bellissima esperienza, che mi ha permesso di migliorare nel gioco ed innalzare il mio livello di concentrazione… giocare un campionato a squadre in Italia era un mio sogno ! E poi ho conosciuto nuovi amici e compagni di squadra).


D: Différence entre la Belgique et Lecture en Italie. Qu'est-ce que vous avez aimé et plus de ce que vous aimez moins ...
(Le differenze di gioco tra Belgio ed Italia. Cosa ti e piaciuto e di più e cosa ti e piaciuto di meno ...)
R: en belgique le niveau et tres  bon mais pas beaucoup de joueur le jeux n ai pas comme en italie il ai beaucoup plus sur l attaque en italie le jeux est tres technique tres defensif j aime beaucoup ce que j ai pas en italie sais les gardien il son tres fort lol .
(In Belgio il livello di gioco è molto buono, ma ristretto a pochi giocatori.  Lo stile di gioco è molto più offensivo che in Italia, dove viene privilegiato un gioco molto più tattico e difensivo; mi piace molto il gran livello di gioco e la precisione… un po’ meno i portieri… sono troppo bravi…J


D: Que pensez-vous avez Flickers aspects pour la saison 2016-17?
(Cosa ti aspetti dai Flickers per la stagione 2016-17?)
R: je voudrai plus de tournoi internationale, faire une bonne saison en Serie C voir la monter en serie B.
(Vorrei fare qualche torneo internazionale in più, una buona serie C che ci permetta di essere promossi in serie B)

D: A votre force et celui qui travail ...
(Un tuo punto di forza ed uno sul quale lavorarci ...)
R: mon point fort et attaquer et la possetion du ballon ou je dois travailler ma défense et le gardien
(I miei punti forti sono attacco e possesso palla; devo lavorare invece sulla difesa e sul portiere).

D: Une question que vous auriez voulu vous le faire...
(Una domanda che che ti avresti voluto facessi...)
R: quels sont vos objectifs pour la saison 2016-2017? Une monter en Serie B et de faire de bons résultats avec l'équipe dans le tournoi et garder ma première place au classement WASPA
(Quali sono i tuoi obiettivi per la stagione 2016-2017? La promozione in Serie B, ottenere un buon risultato con la squadra in un torneo internazionale e nel contempo mantenere la mia posizione di leader nella calsiffica internazione dei tornei del circuito WASPA).

martedì 24 maggio 2016

Focus on... BERNARDO MELONI






L'ex Presidente e Capitano ha "accantonato" il CDT per un'intera stagione... ma prima di allontanarsi (nei fatti, ma non nel cuore e nel pensiero) ha voluto lasciare tutte le cose a posto.
Ha guidato i Flickers alla serie C, ha messo le sorti del club nelle mani migliori possibili (Vittorio) ed ha fornito indicazioni importanti sulla sua successione come Capitano.
Se decidesse di tornare a darci una mano come giocatore sarebbe davvero un'importante arma in più...




D: Tre tweet (140 caratteri ciascuno) per raccontare:
  • Cosa sono per te i Flickers
  • Te stesso come uomo
  • Te stesso come giocatore
R: I FLICKERS. Sono stati prima di tutto miei compagni di viaggio per 8 anni. Ho condiviso con loro il mio tempo libero.  Ho trovato amicizie, ho dato molto tempo ed impegno e, come sempre nella vita, con loro ho conosciuto momenti tristi ed altri esaltanti.
L'unica cosa certa di ogni viaggio è l'inizio e così ho vissuto questo periodo: piccoli passi alla volta, una visione mirata al consolidamento e con obiettivi alla nostra portata. Poco alla volta. La fine del viaggio non si conosce.
UOMO. In evoluzione, sempre. Curioso ed alla ricerca, sempre. Ostinato. Onesto. Meglio chiedere agli altri, però!
GIOCATORE. Gioco per segnare! non sono un grande stratega quando gioco. Palla in rete, questo è il mio credo. E non importa se ne prendo 4 o 5, cerco di farne di più. La componente del divertimento per me è fondamentale. Fare gol è divertente e liberatorio.

D: l Flickers sono cambiati molto quest’anno, con la nuova presidenza di Vittorio… come hai vissuto questo cambiamento?
R: Sono l'ex presidente! il cambiamento ci voleva. Ho sentito esaurito il mio compito con la promozione in C. Era il mio obiettivo da quando ho sostituito indegnamente Riccomagno. Sono stato fortunato: il gruppo è cresciuto insieme, nel momento giusto abbiamo dato il massimo e gli innesti di Giulio e Vittorio sono stati una forza. Vittorio ha un respiro più ampio, una visione più lunga ed una forza/ motivazione che fanno di lui il giusto leader. E' il suo momento, è bravo come giocatore e come presidente. Quindi cambiamento positivo!

D: San Benedetto, la serie C… un’esperienza forte… cosa ti ha lasciato?
R: Tanto voluta e non giocata! peccato. Non ho potuto partecipare ed ora non sono nemmeno allenato per poterla fare.
Il nuovo lavoro mi porta spesso lontano (prossima tappa Vienna! uffa). La serie C vissuta da spettatore è stata emozionante, mi avete fatto credere di poter fare l'incredibile. Così non è stato. Pazienza, con calma...

D: Una tua proposta per il Programma Flickers 2016-17
R: Domanda difficile. Vista la quantità di tornei che già si svolgono a squadre e non. Sicuramente i tornei a squadre vanno fatti in grande quantità. L'innesto di nuovi forti giocatori può dare spessore alla squadra. Tutti noi dovremmo però provare a guardarci da fuori e vedere in cosa siamo carenti, non tanto dal punto di vista tecnico, quanto dal punto di vista tattico.
Ogni tanto bisogna osare, giusto per prendere l'avversario in contropiede; cosa non si aspetterebbe mai  da noi? Ovvero, cosa non proviamo mai?

D: Un tuo punto di forza ed uno sul quale lavorarci… 
R: Punto di forza: caratterialmente la grinta, penso sia evidente! come giocatore il tiro ( per fortuna).
Debolezza: devo sicuramente imparare a difendere meglio

lunedì 23 maggio 2016

Giulio e Mirko: weekend di soddisfazioni...


Wrexam, Galles settentrionale, Torneo WASPA, sabato 21 maggio 2016

Giulio domina il torneo individuale a formula svizzera, vincendo tutte le partite... compreso il 2-0 rifilato a Brian Daly (ENG) che il nostro dovrà invece poi affrontare in finale secca... e qui Giulio viene sconfitto dall'inglese con il medesimo punteggio.


Il vincitore Brian Daly è quello al centro con il cappello...     


Cremona, Torneo Regionale, domenica 22 maggio 2016

Buona rappresentanza Flickers al torneo regionale di Cremona. 
Vittorio passa di autorità il girone di qualificazione, ma viene subito bloccato al barrage da Jon Scotta (1-2).
Max, Genny e Mirko non riescono invece a qualificarsi e si impegnano a fondo nel torneo di consolazione.
Max e Genny vanno fuori in semifinale da Mirko e Giulia Brillantino.
Mirko si aggiudica poi il torneo Cadetti in finale contro la forte giocatrice di casa.
 
I due finalisti del torneo cadetti
























 


venerdì 20 maggio 2016

Focus on... COLIN TERRY





We introduce you a player, a man...one of the great and good of our group... "Mr. Fair-Play" Colin Terry...




D: Please, tell us about Colin Terry. As a man… as a player…
(Colin, raccontati come uomo e come giocatore)
R: . I'm a postman who loves his job and his family. I have a wife (Tina) and a cat and a dog that I adore. I've been in the same job for 25 years now and I love it. I love playing Subbuteo and I think my wife enjoys the quiet when I'm away. I support Tottenham Hotspur and that is what I'm doing the weekends that I'm not travelling. 

 D: San Benedetto, C-League… a very strong experience… what have you learned from?
(San Benedetto, la serie C ... un'esperienza forte ... cosa ti ha Lasciato?)
R: San Benedetto was an amazing experience and probably better than any World Cup I've been to. The excitement starts within minutes of the first game starting whereas the WC takes at least until the KO stage to get exciting (The World Cup only gets exciting in the 1/8 stage when it's just the best players playing... at SB it got exciting straight away). I learnt that the importance of playing as a team and taking turns in doing things and giving encouragement to your team whilst they are playing. 

D: Differences between playing in England and in Italy. What do you like and dislike more…
(Le differenze di gioco tra Inghilterra ed Italia. Cosa ti e piaciuto e di più e cosa ti e piaciuto di meno ...)
R:  I'm England we only have 6 active teams so they will never have anything like Italy. I loved every second of SB. The passion and excitement and the team spirit was amazing. I've never really enjoyed team events in the past but now I understand the importance and I've fallen in love with it. The organization side of it was brilliant and it ran so well. In England it is chaos. Players will be late to tables and no-one wants to referee. It is so much more professional in Italy. I feel like a sportsman in Italy where it is just a hobby in England. 

 D: What do you expect  from the Flickers, during next season 2016-17?
(Cosa ti aspetti dai Flickers per la stagione 2016-17?)
R: In 2016-17 season then I hope to make both weekends of C and get the good name of the flickers known to more players. People already comment on how they like our team spirit and fair-play so I would love this to continue. 

 D: Your key strength  and your weak point… 
(Un tuo punto di forza ed uno sul quale lavorarci ...)
R: My key strength is my attitude. I love the game and the flickers. I will always continue to practice and want to become a better player. Being in the same side as you lads will make me a better player because I listen to everything you tell me and like a sponge I soak it up and remember and learn. My weakness is that I'm not yet at the same standard of slowing a game down and keeping possession. This is something that I'm working on now. 

 D: A question you would have wanted me to ask you… with the answer, obviously…
(Una domanda che che ti avresti voluto facessi... con la risposta…)
R: Why the flickers?? I had met Giulio and Vittorio on previous trips in Europe and I loved the way they played and the attitude they showed. For them they loved playing the game and the fair play. This is important to me. When I decided to leave London I had many offers but I wanted to be part of a bigger team and to learn and play on the big stage in Italy. It was a massive decision going to Italy but it has so been the right move. I've never been more proud of playing for a team as I do the flickers.

giovedì 19 maggio 2016

Focus on...GENNY ANCAROLA




Con  quella che segue inauguriamo una serie di brevi interviste ai componenti del nostro gruppo.
Abbiamo deciso di iniziare la pubblicazione da quella rilasciata da "Capitan Genny", un ragazzo dal cuore d'oro... timido e schivo, ma che sa tirare fuori la grinta al momento giusto.


D: Genny, tre tweet (140 caratteri ciascuno) per raccontare:
  • Cosa sono per te i Flickers
  • Te stesso come uomo
  • Te stesso come giocatore
R:  Per me i Flickers identificano il momento in cui ho ripreso a giocare, in quanto sono nati prendendomi a bordo proprio appena scoperta l'esistenza della location d'allenamento dietro casa mia. Peccato che poi abbia cambiato città nel giro di un mese.
Penso di essere una persona affidabile, coerente, attenta al prossimo.
Sono un giocatore lineare che ha attimi di fantasia, mi piace attaccare ma siccome non so difendere, piazzo tutte le miniature indietro.

D: l Flickers sono cambiati molto quest’anno, con la nuova presidenza di Vittorio… come hai vissuto questo cambiamento?
R: Sono molto contento della presidenza di Vittorio perché ha portato nuova linfa al gruppo, è una persona concreta, intelligente e piena di iniziative.

D: San Benedetto, la serie C… un’esperienza forte… cosa ti ha lasciato?
R: La C è stata un'esperienza fortissima perchè mi è  toccato il ruolo di capitano, che avevo già ricoperto un'annata che andò storta ed anche lì  eravamo in 9 a voler scendere in campo. Ce l'ho messa tutta ed anche se qualcuno può non essere d'accordo, credo che il mio apporto al raggiungimento dell'obiettivo prefissato sia stato un valore aggiunto.

D: Una tua proposta per il Programma Flickers 2016-17
R: Per la prossima stagione sono dell'opinione che dovremmo rinforzarci ulteriormente se vogliamo restare in serie C perché il livello è veramente alto e fra retrocessioni di corazzate e promozioni di squadre formate da giocatori di serie A, l'anno prossimo sarà molto più dura di quest'anno. Inoltre sarebbe utile definire il sestetto titolare per il campionato in maniera chiara con un criterio prefissato tipo per metà in base al ranking e per metà grazie ad un torneo interno. Sono inoltre dell'opinione che per permettere a tutti di fare esperienza nelle competizioni a squadre, potremmo benissimo formare i Flickers Lab perché nei tornei a squadra possono aggregarsi alla prima squadra e per il campionato di serie D possono confrontarsi in prima persona senza il peso del risultato a tutti i costi.

D: Un tuo punto di forza ed uno sul quale lavorarci… 
R: Il mio punto di forza credo che sia quello di non mollare mai, mentre ho da lavorare perchè non sono abbastanza concreto e spesso le vittorie mi sfuggono di mano o non riesco ad agguantarle.